Comunità Senegal, presidio anti violenza

Sono tornati in piazza, a quattro mesi dall'ultima volta, per ricordare Idy Diene, il cittadino senegalese ucciso da un pensionato fiorentino Roberto Pirrone, lunedì scorso a Firenze. Quella dell'Unione immigrati senegalesi di Genova è una delle manifestazioni contro la violenza, a sfondo razzista e non solo, che oggi sono state organizzate in diverse alcune italiane. La pioggia non ha fermato le circa 200 persone, africani ma anche cittadini genovesi esponenti di associazioni e centri sociali, che hanno tenuto un presidio davanti alla Commenda di Pré. "Connazionali uccisi a Firenze nel 2011, nel 2017 a Caserta, a Macerata e poi l'ultimo fatto di Firenze, dove andremo a finire? - dice Mamadou Bousso, portavoce dell'Unione immigrati senegalesi - non vogliamo essere un facile bersaglio, e non vogliamo che l'omicidio di uno straniero diventi una notizia da trafiletto".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Cicagna

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...